Nonna Angela

cara Paola, oggi (venerdì 8 maggio ndr) ho visto in televisione lei che faceva gli auguri alle mamme, in anticipo per il 10 maggio. Parlava però con un papà, padre  di una bellissima creatura con una visibile malattia genetica: la Trisomia 21. Poi ho capito che il papà era pure mamma perché la bimba era stata adottata da una persona sola. Come è possibile? Mia figlia Clara è, come si dice oggi single. Il suo matrimonio è fallito e lei si ritrova sola e senza un vero scopo nella vita. Me ne accorgo ogni volta che ci vediamo,(anzi che ci vedevamo perché ora, con il Coronavirus ci parliamo solo via cellulare). Io credo che bisognerebbe permettere l’adozione anche alle persone sole: sono stata cresciuta proprio da mio padre (con l’aiuto di una zia), mia mamma è morta quando ero piccola e credo di essere venuta su bene. Anche Clara è cresciuta solo con me, perché il padre ci ha lasciato per un’altra donna quando lei era ancora piccolina. Insomma, perché ci è impedito di essere felici e di rendere felici le altre persone? La legge sulle adozioni è una legge ingiusta.

Angela

Cara signora Angela…non ancora, per ora, NONNA!

Essere nonna è meraviglioso, glielo garantisco! E capisco il suo dispiacere e quello di Clara. In realtà, l’adozione ai single non è del tutto preclusa: il passaggio può essere, prima un affido, da affrontare con coraggio e spirito di sacrificio e poi una eventuale adozione. Oppure c’è la possibilità di scegliere di accogliere una creatura “delicata”, come ha fatto il babbo della bambina che ha visto nel nuovo spazio sociale di RAI 1, in onda dentro UnoMattina, dal lunedì al venerdì alle 7e45, subito dopo la Messa del Papa. La Striscia si chiama “INSIEME CON- La Rai per il Sociale” e parlerà pure dei Nonni. Intanto faccio gli auguri alle Mamme – Nonne che mi seguono da ben 7 anni! Un record…grazie e buona Festa della Mamma, anche alle mamme prossime venture. Proviamo a guardare la vita in un altro modo, con gli occhiali rosa, del resto, dopo quello che è successo a tutto il mondo, cosa altro ci potrebbe capitare?
W le mamme che ce l’hanno fatta a reggere, W le nonne che le hanno sostenute. A presto!

Sua Nonna Paola

severini.paola@gmail.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...