Una Nonna affettuosa

Cara signora Paola, sono la nonna di un ragazzo dislessico che frequenta la terza media della Scuola Carlo Porta di Milano (e che in questi giorni non va a scuola causa Coronavirus). Quindi è a casa con me. Finalmente noi due  possiamo parlare… forse questa super influenza qualcosa di buono lo ha portato con se! Leonardo è un ragazzo intelligente, simpatico e pure bello ma la dislessia si è rivelato un ostacolo più grande di quello che la sua famiglia immaginava soprattutto nelle relazioni interpersonali: insomma Leonardo ha 13 anni e mezzo e ancora non ha avuto quello che ai miei tempi si chiamava un “filarino”. Quando vede una ragazzina della sua età che gli piace non riesce nemmeno a scrivergli un bigliettino. Durante le elementari abbiamo ritenuto inutile la richiesta di un insegnante di sostegno e adesso che frequenta le medie è comunque seguito con grande cura dai suoi professori. Il problema resta l’amore o per meglio dire il primo amore. Può darmi un consiglio?

Una Nonna affettuosa 

Cara Nonna affettuosa,
anche io penso che questa epidemia, soprattutto una volta passata, porterà con se anche cose buone perché, come dice la parola, “crisi significa opportunità”. Stamattina se accende Raidue alle 09.15, il nostro programma “O anche no” parlerà proprio di Dislessia. L’ospite di questa puntata sarà Lorenzo Baglioni, il cantante fiorentino, che ha scelto di raccontare la dislessia in una canzone, L’arome secco sè (in “dislessichese” vuol dire l’amore che cos’è), dopo aver ricevuto il messaggio di una sua giovane  fan dislessica che diceva di aver trovato utili per lo studio le sue canzoni didattiche. Lorenzo è un grande amico anche di Jacopo Melio, il giornalista sulla sedia a rotelle già ospite nella prima stagione. Le difficoltà hanno vari gradi, anzi gradino: la dislessia come difficoltà, rappresenta  un piccolo gradino ma se non si sa come salirlo, può diventare un grande ostacolo. Ci segua cara nonna di Leonardo, insieme a suo nipote, e faccia presto: l’epidemia finirà e il suo nipotino volerà via come un uccelletto, tra venti giorni è primavera!
Le mando un bacio.


Sua, Nonna Paola.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...